Le capitali internazionali della moda

Le capitali internazionali della moda
0 Flares 0 Flares ×

Andare alla scoperta delle capitali internazionali della moda permette di imbarcarsi in un giro del mondo – anche se solo virtuale e immaginario – destinato a tutte le amanti e a tutti gli amanti dello shopping. Se è vero che Milano è un punto di riferimento molto importante nel settore del fashion, è altrettanto vero che ci sono anche altre metropoli che ricoprono un ruolo di primo piano da questo punto di vista, non solo in Europa ma anche negli altri continenti: e così da Madrid a Tokyo, passando per Parigi e New York, le Settimane della Moda diventano appuntamenti a cui non si può rinunciare, mentre le boutique più sofisticate si trasformano in traguardi da raggiungere.

Se si è in cerca di borse firmate, un viaggio tra le capitali mondiali della moda non può che cominciare da Milano, e non solo perché questo è il luogo in cui sono nate maison di prestigio internazionale come Dolce e Gabbana, Prada, Versace e così via. Chiunque sia stato almeno una volta all’ombra della Madonnina avrà avuto modo di passeggiare tra le vie del celebre Quadrilatero della Moda: i nomi di via Manzoni, di via Montenapoleone, di via della Spiga e di corso Venezia sono ben noti a tutti gli addetti ai lavori e ai semplici appassionati.



Dall’altra parte dell’oceano c’è, invece, New York, che è forse la metropoli mondiale che più di tutte le altre detta i tempi e le tendenze in fatto di moda. E se nella Grande Mela a febbraio e a settembre viene organizzata una Settimana della Moda a cui quelle europee non hanno niente da invidiare, vale la pena di farsi una passeggiata lungo la Broadway, vale a dire la strada più grande di Manhattan in cui gli shopping addicted possono andare in brodo di giuggiole.

Chi non ha voglia di compiere un viaggio così lungo, in ogni caso, può accontentarsi – si fa per dire, sia chiaro – di andare a Parigi, dove sono presenti diversi tra i negozi di moda più importanti e apprezzati in tutto il pianeta. I nomi di Yves St. Laurent e di Chanel fanno sognare non appena li si legge o li si ascolta, ma non ci si può dimenticare nemmeno di brand come Louis Vuitton o Stella McCartney. I loro punti vendita non propongono unicamente capi di abbigliamenti, borse, scarpe e accessori, ma offrono e delineano uno stile di vita vero e proprio, forse irraggiungibile.



0 Flares Facebook 0 Twitter 0 Google+ 0 LinkedIn 0 0 Flares ×

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *